Orvieto Hilltop Walled Town Volcanic Stone Terni Borgo Sotterranei in Umbria
since 08.03.2020 21:13
N/A
[  INFOS CONTACS RESERVATIONS ]

  Suggestion 251236         visits 3956

  • Pano of Orvieto etruscan town province of Terni villaggio etrusco regione Umbria region
  • Panorama di Orvieto town province of Terni regione Umbria region italy.jpg
  • Duomo di Orvieto Terni regione Umbria region town italy.jpg
  • Oil mill Frantoio olio Orvieto sotterranea underground etruscan village città etrusca
  • Orvieto sotterranea underground etruscan village città etrusca Terni regione Umbria
  • Orvieto underground città etrusca sotterranea etruscan village Terni regione Umbria
  • Pozzo di San Patrizio esterno Orvieto provincia di Terni Umbria region Italy.jpg
  • Pozzo di San Patrizio Orvieto provincia di Terni Umbria region Italy.jpg

 Video

The town of Orvieto in the Umbrian region sits atop a tuff of volcanic rock making this a dramatic location for a vacation.
The drive to this ancient religious city is surrounded by vineyards which produce the Classico wine the area is famous for.
Orvieto is in Umbria, a region in Central Italy between Rome/Lazio and Tuscany.
The town of Orvieto is located approximately 90 minutes north of Rome, two hours south of Florence, and 45 minutes from the precarious “dying” city of Civita di Bagnoregio.
The walled town is located high on a hill, situated on volcanic stone.

Orvieto is a town in southwestern Umbria (Italy), which is located 100 km north of Rome, on a fairly flat top of a large hill of tuff. Famous for its cathedral, which stores the corporal of the Eucharist miracle from Bolsena. Gothic facade of the cathedral is one of the best masterpieces of the Middle Ages.
Parking in Orvieto
Very large parking lot is located at the entrance to the town from the south side (P; GPS: 42.715986, 12.105801).
Enter into the mountain and using escalators we move on the top, where the town is located.


The medieval Duomo (cathedral) stands at the heart of the city and at seven stories high, the front facade can be seen from a great distance.
The construction of this Gothic cathedral, which took three centuries to complete, began in the 13th century when Pope Nicholas IV laid the first cornerstone after more than 30 years of planning.
The facade is Italian Gothic art at its best with a carved marble rose window surrounded by the intricately detailed sculptures.
It strikes one as odd that such a grand looking cathedral is in this small hilltop village.
The reason for this started centuries ago when a priest, whose faith was wavering, found blood seeping into a linen cloth during holy communion.
He took this cloth to the Pope and it was declared a miracle.
Today the Corporal of Bolsena is housed in the Duomo as proof of this miracle.
Also inside the cathedral, in the Chapel of St. Brizio, are some of the finest examples of work by Luca Signorelli.
His frescoes depict the heavenly angels on one side and the condemned masses being tortured by the devil and demons on the other.
He is thought to have been influenced by his attendance of the public burning at the stake of the zealot Savonarola.

Orvieto is a city and comune in the Province of Terni, southwestern Umbria, Italy situated on the flat summit of a large butte of volcanic tuff.
The city rises dramatically above the almost-vertical faces of tuff cliffs that are completed by defensive walls built of the same stone, called tufa.
The ancient city (urbs vetus in Latin, whence "Orvieto"), populated since Etruscan times, has usually been associated with Etruscan Velzna, but some modern scholars differ. Orvieto was certainly a major centre of Etruscan civilization; the archaeological museum (Museo Claudio Faina e Museo Civico) houses some of the Etruscan artifacts that have been recovered in the immediate area.
An interesting artefact that might show the complexity of ethnic relations in ancient Italy and how such relations could be peaceful is the inscription on a tomb in the Orvieto Cannicella necropolis: mi aviles katacinas, "I am of Avile Katacina", with an Etruscan-Latin first name (Aulus) and a family name that is believed to be of Celtic ("Catacos") origin.


Today, the old Umbrian town is easily accessible by a funicular that departs from the train station at the base of the mountain, which is only one hour away from Rome and two hours from Florence.
Walking around at night, soaking in the cobblestone streets and the glorious open-air piazzas, you can easily imagine what the town was like centuries ago. Unlike other parts of southern Italy, so often bustling and teeming with people at all hours, Orvieto is quiet and subdued after dark.
The town, with its unexpected charm and rustic sensibility, is small enough to get around entirely on foot.
The perfect spot for a relaxed, romantic getaway, it enchants with displays of an unscripted, utterly Italian way of life: Sunday markets, where families buy and sell fresh produce, honey and textiles; tiny, candlelit trattorias, where the chef invents the menu daily; and locals with a benign ease about timeliness and a true affection for their natural surroundings.

A calm town surrounded by walls
Towering cliffs of Orvieto (rupe) have separated from the world around this town for centuries.
History of the people and ruins have been protected.
It was prohibited to construct on the edge of cliff so houses and palaces are situated in the heart all together.
In autumn and winter fog appears around these cliffs, and the town looks like a floating rock castle on the clouds. It's an amazing view of "Castle in the Sky".
Now it's prohibited to make a new construction inside the walled old town, new residential area has been set up beneath the hills, called Orvieto Scalo.
The town of Orvieto is located entirely on the hill, so security is very good and it would be safe to walk alone even at night.
The soft orange light illuminates the entire town in the evening.
You will be able to enjoy a quiet and solemn atmosphere different from daytime.
Beautiful streets of tuff
The intricate streets of Orvieto are full of beautiful buildings of tuff (Tufo).
Its natural yellowish color make an intimate atmosphere of the rustic central Italy.
Since many streets still reminiscent of the Middle Ages, you can enjoy taking a walk in peace.


Orvieto è un comune italiano della provincia di Terni nella regione Umbria

Orvieto, una delle città più antiche di Italia, deve le sue origini alla civiltà etrusca: i primi insediamenti risalgono al IX° secolo a.C. e si localizzarono all'interno delle grotte tufacee ricavate nel massiccio su cui sorge attualmente la cittadina umbra.
Sebbene la fama di Orvieto sia profondamente intrecciata con quella del suo magnificente duomo, la città offre numerosi spunti e itinerari storico-artistici, proprio in virtù delle sue antiche origini. Arroccata su di una rupe, inoltre, Orvieto offre scorsi panoramici davvero splendidi.
Il Duomo di Orvieto è un variopinto esempio di architettura romanico-gotica, ricchissimo di opere d'arte, che custodisce al suo interno il Sacro Corporale.
Immergetevi nell'atmosfera senza tempo della Città Sotterranea che fu interamente ricavata dalle cavità scavate dagli abitanti nel corso dei secoli, ricca di pozzi e grotte.
Il più famoso è probabilmente il Pozzo di San Patrizio, accanto ai giardini comunali che si trovano all'interno della Fortezza dell'Albornoz.
Il pozzo, straordinaria opera di ingegneria civile del Cinquecento, fu scavato per volere di Clemente VII, rifugiatosi ad Orvieto durante il sacco di Roma nel 1527.
La sua realizzazione, voluta per motivi di sopravvivenza in caso di assedio o calamità naturali, fu affidata ad Antonio da Sangallo, coadiuvato da Giovanni Battista da Cortona.

Il Duomo di Orvieto
Simbolo della città nel mondo, il Duomo di Orvieto conquista per maestosità ed eleganza. Chiunque lo vede per la prima volta, non può che restare incantato di fronte a tanta grande bellezza.
Il Pozzo di San Patrizio
Capolavoro d’ingegneria artistica, il Pozzo di San Patrizio di Orvieto fu costruito nel 1527 da Antonio da Sangallo per l’approvigionamento idrico della città. Profondo 53 metri, vanta una doppia scala a spirale da 248 gradini.
Eventi ed Appuntamenti
La Palombella nella Domenica di Pentecoste, il Corteo Storico nella Solennità del Corpus Domini. In Primavera sboccia Orvieto in Fiore, in Estate si balla con Umbria Folk Festival. Dagli spettacoli del Teatro Mancinelli ai concerti di Umbria Jazz Winter, Orvieto è da vivere tutto l’anno.
OrvietoDoc il vino più antico dell’Umbria che porta il nome della terra in cui nasce.
Olio sopraffino versato sulle stuzzicanti ricette della cucina orvietana, prodotti caseari e della migliore norcineria, miele di qualità, pregiato tartufo, prelibatezze confezionate da appassionati fornai e pasticceri.

Il comune di Orvieto si trova nel settore sud-occidentale dell'Umbria, in provincia di Terni, a circa 45 km da Viterbo, confinando ad est con la provincia di Perugia e a sud con la provincia di Viterbo nel Lazio.
Orvieto sorge su una rupe di tufo (ignimbrite di Orvieto - Bagnoregio), tra i 280 (Piazza Cahen) - 325 (S. Francesco) m s.l.m., che domina la valle del fiume Paglia, affluente di destra del Tevere e che proprio sotto la città riceve da sinistra il Chiani, la Chiana Romana proveniente dalla Valdichiana. Questa enorme mesa tufacea, che si erge dai venti ai cinquanta metri dal piano della campagna, si deve al collasso di ground sourge (nubi e valanghe ardenti) dall'attività quaternaria dei vulcani del sistema Volsinio, relitto nella caldera che ospita il lago vulcanico maggiore d'Europa, quello di Bolsena.
Con 281 km² di superficie, è uno dei cinquanta comuni più estesi d'Italia. Il punto più alto è il monte Peglia (837 m s.l.m.), al confine con il comune di San Venanzo. Il territorio di Orvieto era parte della Comunità Montana Monte Peglia e Selva di Meana e parte di esso insiste nel Parco fluviale del Tevere.

I sotterrani di Orvieto Underground Città Sotterranea
Orvieto, città millenaria sospesa quasi per magia tra cielo e terra, ha svelato un altro degli aspetti che la rendono unica ed eccezionale: un dedalo di grotte è nascosto nell’oscurità silenziosa della rupe.
La particolare natura geologica del masso su cui sorge ha consentito agli abitanti di scavare, nel corso di circa 2500 anni, un incredibile numero di cavità che si stendono, si accavallano, si intersecano al di sotto del moderno tessuto urbano.
Sono un prezioso serbatoio di informazioni storiche ed archeologiche, studiato solo recentemente in modo organico e scientifico.
Se l’aspetto “superficiale” della città è mutato con il passare del tempo, le strutture ipogee che le sono state funzionali sono rimaste, in buona parte, intatte.
La visita guidata alla “Orvieto Underground” ti permette di entrare in contatto con questo nuovo, particolarissimo aspetto culturale di una città estremamente ricca di storia e di “gioielli” artistici.
Passo dopo passo echi misteriosi ed affascinanti raccontano dell’etrusca Velzna, mentre dall’umida ombra traspaiono fantasmi della città medievale e rinascimentale.
Dove il tortuoso percorso sotterraneo corre parallelo alla rupe, da panoramiche aperture il giorno contende al buio un succedersi, apparentemente senza fine, di cunicoli, scale, passaggi inattesi, stanze sovrapposte sulle cui pareti si può leggere, in mille e mille piccole nicchie quadrangolari, la secolare avventura della nascita di questa “città sotterranea”.
Uno straordinario viaggio nel tempo, un percorso emozionante ed agevole nel cuore di Orvieto che qui affonda le proprie radici e conserva, quasi intatta, una insospettata e suggestiva memoria.

Sotterranei di Orvieto
Un gruppo di speleologi orvietani dalla fine degli anni settanta in poi ha condotto l'esplorazione del sottosuolo della città, iniziando in maniera amatoriale il censimento che ha portato alla riscoperta di più di 1200 cavità artificiali.
Alcune di queste sono poi state rilevate e studiate a fondo agli inizi degli anni novanta per incarico della Regione Umbria che ne aveva compreso l'importanza sia dal punto di vista della stabilità della rupe che storico ed archeologico.
Le cantine rappresentano la maggioranza dei sotterranei.
Negli anni cinquanta quasi tutte le cantine sono state abbandonate avendo perso, con l'avvento dei frigoriferi e dei nuovi sistemi di produzione vinicola, la loro funzione di ambienti ideali, per la loro bassa temperatura e l'assenza di luce, alla conservazione dei cibi e soprattutto del vino.


Visita guidata dei sotterranei di Orvieto.
Una bellissima esperienza per vedere i sotterranei della città con resti di un antico mulino, i butti, i colombai. Un tuffo nel cuore dell’antichità per conoscere la città dal suo cuore pulsante ripercorrendo la storia e la vita quotidiana di epoche passate in un percorso molto suggestivo ed emozionante.
L’origine è quella dell’avventura di alcuni speleologi che, sotto al piccolo centro storico di Orvieto, proprio dentro alla grande Rupe così propensa all’instabilità, hanno ritrovato un incredibile mondo sotterraneo che era stato scavato, utilizzato e poi dimenticato: un oscuro labirinto articolato in oltre 1200 tra grotte, cunicoli, pozzi, cisterne, creato dall’uomo, picconata dopo picconata, in quasi tre millenni di ostinato e continuo lavoro.
Un viaggio nella “Città Sotterranea”
Oggi il percorso si snoda nel cuore di queste cavità dove sono visibili ancora emozionanti tracce di antichità di epoca etrusca e medievale: in particolare sono di grande interesse i “colombai” ed i resti di un intero frantoio medievale completo di macine, pressa, focolare, mangiatoie per gli animali addetti alle macine.




Selected Attractions in Orvieto town Get insights and insider tips What to see Best hidden gems in Umbria region of italy. Tops thinks to do in Orvieto town Tops thinks to see in Orvieto town
Selected websites Top experiences Tourist guides travel blogs in Orvieto Travel guides & Top sights in Orvieto
Siti selezionati per scoprire Orvieto Cosa vedere a Orvieto Itinerari Percorsi Guide turistiche e Attrazioni a Orvieto Siti turistici per scoprire la città di Orvieto

https://www.inorvieto.it/

https://www.orvietounderground.it/

https://it.wikipedia.org/wiki/Orvieto

https://en.wikipedia.org/wiki/Orvieto

https://www.10cose.it/orvieto/cosa-vedere-orvieto

Where to stay in Orvieto? - Dove soggiornare a Orvieto? - ¿Dónde alojarse a Orvieto?
Online Booking reservations by Booking.com

https://www.italyguides.it/en/umbria/orvieto

https://we3travel.com/orvieto-italy/

https://www.indagare.com/destinations/europe/italy/tuscany/southern-tuscany/articles/orvieto-town-tuscany

http://www.bellaumbria.net/it/itinerari/cosa-vedere-a-orvieto-in-un-giorno/

https://videoturysta.eu/orvieto.html

https://www.amoitaly.com/orvieto/index.html

https://it.wikipedia.org/wiki/Sotterranei_di_Orvieto

RIstoranti trattorie ed osterie dove mangiare a Orvieto - Cucina orvietana
La cucina orvietana è basata su ricette antichissime, è semplice e salutare e tutti i piatti tipici vengono cucinati con prodotti freschi e genuini provenienti dagli allevamenti e dalle terre circostanti.
La cucina umbra e di conseguenza anche quella orvietana ha come protagonisti indiscussi il Tartufo nero di Norcia (tartufo bianco della Val Tiberina), la pasta fresca fatta in casa, la carne (ovina, suina e selvaggina) e il vino (il vino di Orvieto è considerato tra i migliori dell’Umbria e dell’Italia) che è il padrone assoluto della tavola.

https://www.voloscontato.it/mangiare-e-bere/cosa-mangiare-a-orvieto.php

https://www.thefork.it/ristoranti/orvieto-c361958

https://www.agriturismo.it/it/ristoranti-dove-mangiare/orvieto

https://www.virgilio.it/italia/orvieto/cat/RISTORANTI_TRATTORIE_ED_OSTERIE.html
Price: N/A
Suggestion 251236
Expire in
28 weeks, 4 days
hoteldiscoun
Contacts Availability Reservations Booking Website

 Questions Answers - Login Required

No questions answers have been posted.

Other

< Previous  Next >